contenuti della pagina

BLOG - Modicamore Aurelio

Ultima modifica
27/05/2019

Aurelio Modicamore

Logo
Logo
Telefono
Vai ai contenuti

Novità e-commerce: dal 2015 è cambiata la territorialità iva

Modicamore Aurelio
Pubblicato da in Internet ·
Dal 1° Gennaio 2015 sono cambiate le regole per la tassazione IVA degli e-commerce “diretti” di tipo “business to consumer” ovvero tutti quei negozi online in cui l’ordine, il pagamento e l’invio del prodotto avvengono tramite la rete informatica (principalmente si tratta di beni come: web hosting, software, file audio , foto, formazione online ecc..), a differenza degli e-commerce “indiretti”, in cui il bene viene recapitato al cliente tramite altri canali (posta o corriere).

La nuova legge prevede che la riscossione dell’imposta sia spostata dal paese del fornitore a quello del cliente, indipendentemente dal fatto che l’impresa in questione risieda nell’Unione Europea. Gli utenti che acquistano online passeranno da essere soggetti passivi IVA ad attivi, determinando con il domicilio o il luogo di residenza le tasse imponibili sul bene acquistato. Pertanto i fornitori con sede in Italia quando venderanno i loro prodotti “non-materiali” a consumatori di altri Paesi (anche UE), dovranno applicare l’ IVA del Paese di destinazione.

Per citare un semplice esempio, quando un esercente e-commerce italiano venderà un software ad un’impresa o ad un privato con sede in Germania, dovrà applicare l’IVA al 19% (come previsto dal Paese di Berlino) e non al 22%. Allo stesso modo, un cittadino italiano che acquisterà un bene immateriale da Paesi europei in cui vige un’aliquota IVA più bassa, si vedrà comunque applicare l’IVA al 22%.



Nessun commento


Logo
Email
Copyright © 2009/2019 - Aurelio Modicamore - MDCRLA50H09G273T - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti