contenuti della pagina

BLOG - Modicamore Aurelio

Ultima modifica
10/07/2019

Aurelio Modicamore

Logo
Logo
Telefono
Vai ai contenuti

Frodi informatiche: la truffa della falsa fattura

Modicamore Aurelio
Pubblicato da in Internet · 12 Ottobre 2014
DA "IL TIRRENO" DI IERI un articolo che riguarda una truffa infornatica che si sta diffondendo soprattutto nella nostra provincia: le caselle di posta elettronica nuovamente nel mirino dei pirati. Ecco come funziona e cosa sarebbe opportuno non fare una volta ricevuta.
Il messaggio che arriva alla potenziale vittima è breve e semplice: «Salve, in allegato le invio la fattura relativa al saldo dei lavori. Grazie».
L’allegato è un file in formato zip: lo scopo del truffatore è semplicemente indurre il destinatario ad aprire quel file. Infatti si tratta di un “ransomware”, il tipo di truffa informatica che via via sta soppiantando il “phishing” (quello che richiede l’involontaria collaborazione della vittima, indotta a fornire i dati del proprio conto corrente o simili, al fine di svuotarlo).
In pratica, il presunto documento allegato è un file di programma (.exe) mascherato: appena viene aperto, questo installa un virus sul pc delle vittime, che impedisce alla macchina di funzionare, proponendo però alla vittima il pagamento di una cifra in denaro per sbloccarla tramite una password: di solito un centinaio di euro.
In questo caso la mail sfrutta la particolare situazione psicologica di chi si vede arrivare una fattura per un ordine mai eseguito o un lavoro mai commissionato. Ovviamente, se la presunta fattura sembra provenire da una ditta – ad esempio una tv via satellite – con la quale avete davvero un rapporto, è opportuno telefonarle per chiedere conferma della “genuinità” dell’email.



Nessun commento

Logo
Email
Copyright © 2009/2019 - Aurelio Modicamore - MDCRLA50H09G273T - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti